Italian Premium
Attendere il caricamento
Italian Premium
Fashion
Fashion

Scopri realtà produttive del settore moda che godono di ottima salute e reputazione.

Agroalimentare
Agroalimentare

Gusto, qualità, sicurezza e rispetto della tradizione del made in italy.

Industria e Artigianato
Industria e Artigianato

Realizzazioni di professionisti esperti e precisi con l’impegno di concretizzare i desideri del Cliente.

Design e Arredamento
Design e Arredamento

Una vetrina di aziende produttrici, rivenditori e artigiani del settore.

Bellezza e Salute
Bellezza e Salute

La bellezza una conseguenza della salute, scopri i marchi italiani più rappresentativi.

Territorio e Beni culturali
Territorio e Beni culturali

Autenticamente italiani

FOCUS ON
Tenuta di Capezzana
Clotilde snc
Clotilde snc
Landucci srl
Landucci srl
Re+
Re+
VUOI AVERE ANCHE TU LA TUA VETRINA AZIENDALE?

Inserisci i tuoi dati:

Autorizzo al trattamento dei dati personali vedi Privacy policy

ULTIME NOTIZIE

«La filiera italiana della moda vale oltre 62 miliardi, che poi sono 80 prima di consolidare il valore complessivo della produzione tessile: è questo patrimonio, unico al mondo e che moltissimi Paesi ci invidiano, che dobbiamo preservare. Il format delle sfilate può essere innovato e il digitale sarà sempre più importante, i calendari possono essere ridiscussi, ma senza mai dimenticare che le fashion week di Milano sono la punta di un iceberg creativo e produttivo e che per gli italiani la moda non sarà mai solo marketing e merchandising».

Un palcoscenico interessante e sempre nuovo con un’offerta di prodotti e servizi di altissima qualità: questa la 55a edizione del Salone del Mobile.Milano che dal 12 al 17 aprile prossimo a Fiera Milano Rho sarà al centro dell’attenzione internazionale. Protagoniste anche tre mostre, un cortometraggio e l’intera città.

La Commissione Nazionale Italiana per l’UNESCO ha finalmente deciso di candidare l’Arte dei Pizzaiuoli Napoletani nella lista del Patrimonio Culturale Immateriale. Arrivata dopo una lunga serie di iniziative, questa decisione, ha innescato un processo di valutazione internazionale che si dovrebbe concludere il prossimo Novembre 2016, ma che rischia di arenarsi con il conseguente slittamento della decisione del Comitato Intergovernativo dell’UNESCO all’anno successivo.